Archivi del mese: giugno 2008

ERITREA: ALTRI 34 CRISTIANI INCARCERATI DURANTE IRRUZIONI IN SALE DI CULTO

Gesù Ti Ama

Ancora una volta la Polizia Eritrea ha maltrattato dei cristiani , arrestando 34 evangelici riuniti in preghiera in una casa privata a Keren. L’irruzione della polizia avvenuta mercoledì 28 maggio ha avuto come bersaglio i membri della Chiesa Berhane Hiwet (Luce di Vita) a Keren, la terza città più grande dell’Eritrea, situata 200 km a nordest della capitale di Asmara. I 24 uomini e 10 donne presenti sono stati portati in prigione, mentre i bambini sono stati lasciati a se stessi. L’irruzione di Keren è la seconda serie di arresti avvenuti le scorse settimane in Eritrea, dove il regime oppressivo dal 2002 ha dichiarato illegali tutte le chiese protestanti evangeliche indipendenti, chiudendo i loro edifici e proibendo riunioni in case private. I credenti incarcerati in questo tipo di operazioni, accusati di disobbedire alle restrizioni generali imposte, vengono arrestati e torturati per settimane, mesi o addirittura anni. Non viene mai permesso loro di usufruire di avvocati difensori né di avere regolari processi.

Fonte articolo porteaperte italia

1 Commento

Archiviato in cultura

Silvana Drum Silvy Carla Rivi Diego Stevanella & co. in session live a Bologna Foto

Carla Rivi alla chitarra elettrica

 

 

 

Dopo la grande performance al Centro Sportivo Barca di Bologna, con le canzoni “In The Glory Of Your Face”  e “Warrior In The Name Of Jesus”  si completa il servizio con l’inserimento delle foto della manifestazione.

1 Commento

Archiviato in musica cristiana

L’inferno può insidiare il paradiso?

atollo maldive
Sentite un brivido caldo lungo la spina dorsale mentre date un’ultima occhiata alla coloratissima guida turistica, è l’emozione per l’imminente atterraggio del vostro aereo a Malé, capitale della Repubblica delle Maldive, paradiso terrestre sito nell’Oceano Indiano a sud-sudovest dell’India.

Solo un traghetto vi separa dal meraviglioso atollo scelto con cura tra i vari cataloghi e già assaporate mentalmente la brezza marina, il mare incredibilmente blu, la sabbia fine e bianca tra le dita dei piedi, la vegetazione generosa, i cocktail alla frutta, il profumo delle creme solari, il buon cibo dell’hotel a 4 stelle, perché certi viaggi si fanno una volta nella vita e vale la pena spendere un po’ di più…
Tutto è perfetto alle Maldive, il personale dei grandi hotel è gentile, il paesaggio toglie il fiato, il mare è da cartolina e…i cristiani del luogo sono perseguitati.
Proprio così, avete letto bene. Riprendete in mano la nostra mappa e il nostro elenco dei paesi nei quali i cristiani sono perseguitati e noterete che al quarto posto – vale la pena ribadirlo – al quarto posto, dopo Corea del Nord, Arabia Saudita e Iran, c’è proprio la paradisiaca e turistica Repubblica delle Maldive!

Poco meno di 350.000 persone vivono nell’insieme di stupefacenti atolli che compongono questa peculiare nazione, governata da quasi 30 anni dallo stesso regime più o meno dittatoriale del presidente Maumoon Abdul Gayoom. La religione unica è quella islamica sunnita ed essere cristiani in questo piccolo Stato non è cosa facile. Il Presidente Gayoom, che è anche capo delle forze armate e suprema autorità religiosa, è personaggio conosciuto a livello internazionale, in quanto già Amnesty International nel 2003 pubblicò un rapporto dettagliato sulle violazioni dei diritti umani perpetrate dal suo regime: arresti di oppositori e giornalisti, sparizioni, metodi carcerari barbari, sono solo alcune delle accuse mosse contro questo moderno dittatore, il quale ha anche avviato un processo di riforme che comunque non scuotono le fondamenta del suo potere.

Si parla di oltre 600.000 turisti l’anno, un classico per le lune di miele, specie nel periodo che va da dicembre ad aprile quando il monsone secco favorisce un clima estremamente piacevole, ebbene chi le visita parla esclusivamente di mare stupendo, paesaggi indimenticabili e tanta, tanta cortesia da parte dei locali…Nessuna tensione è avvertita dall’europeo in costume ed infradito (moltissimi gli italiani) che si abbandona alla tintarella e ai piaceri di queste incantevoli isole.
Molti sono gli immigrati dall’India, dal Bangladesh e dallo Sri Lanka che giungono in questi luoghi per lavorare nel ramo turistico e che compongono la popolazione residente, ed in ogni caso, come si diceva, il turista non giunge mai in contatto con le tensioni sociali che, quando non represse duramente, più che altro si manifestano nella capitale Malé, meta poco battuta dai turisti.
L’inferno può insidiare il paradiso? Solo qui sulla terra verrebbe da rispondere e le Maldive ne sono un esempio illuminante.

da porte aperte italia notizie dal mondo sui cristiani perseguitati

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Warrior (In Jesus Name)

Ancora Loro!!!! Silvana “Drum” Silvy Carla Rivi  Diego Stevanella & co. sempre dall’esibizione live di Bologna al centro Sportivo Barca, con WARRIOR (In Jesus Name) pop rock cristiano. Bless

2 commenti

Archiviato in Senza Categoria

Silvana”Drum” Silvy, Carla Rivi, Diego Stevanella & Co.in session live a Bologna “In The Glory Of Your Face”

Silvana “Drum” Silvy Carla Rivi Diego Stevanella & Co. in session live a Bologna, ci fanno ascoltare una bellissima canzone rock cristiana “In The Glory Of Your Face”,ringraziamo Elena la nostra cameramen che con una macchina fotografica ha ripreso l’evento…..Bless 

1 Commento

Archiviato in musica

Nigeria: Rapito tre giorni dopo la sua conversione

Nel nord della Nigeria avviene spesso che cristiani di origine musulmana vengano rapiti con lo scopo di obbligarli a tornare all’Islam. E’ accaduto anche a S.Ali

S. Ali ha compiuto 21 anni a febbraio e studiava nello stato di Katsina in Nigeria. Sua madre è cristiana e suo padre musulmano. Questa ragione lo ha spinto a fare uno studio comparativo fra le due religioni. Lo studio ha scombussolato la sua vita, ha deciso di diventare cristiano e il 14 febbraio ha incontrato un pastore.
Da allora, S. non si è più recato alla moschea, suscitando la curiosità di suo zio. E, quando quest’ultimo è andato a trovarlo per chiedergli ragione della sua assenza, il nipote gli ha aperto il cuore e gli ha raccontato la sua conversione. S. non pensava che suo zio lo denunciasse alle autorità locali, né immaginava che sarebbe stato espulso dalla scuola e arrestato dalla polizia della sharia, che lo avrebbe condotto nella città di Kano a 120 chilometri da casa sua.
Il 17 febbraio, tre giorni dopo la sua conversione, S.si è trovato rinchiuso in una cella. Secondo sua madre Kurma, che è stata autorizzata a visitarlo, suo figlio è stato anche torturato. Da allora lei non ha più avuto sue notizie. I membri della sua chiesa pregano e digiunano per lui.
Lo stato di Katsina fa parte dei 12 stati nigeriani governati dalla sharia, la legge islamica secondo la quale è vietato a un musulmano lasciare l’Islam. Coloro che lo fanno, rischiano di essere rapiti, sequestrati e torturati, ma nonostante ciò, in questa regione i musulmani continuano a convertirsi al cristianesimo.

 

 

da porte aperte italia notizie dal mondo sui cristiani perseguitati

Lascia un commento

Archiviato in cultura

Puerto Rico Benedetta dal Signore

Una chiesa poverissima, una fede immensa e le benedizioni del Signore che si manifestano in Puertorico,il pastore di questa chiesa che per 12 anni è stato omosessuale poi convertitosi.

Lo Spirito Del Signore si muove e, come a Lakeland in Florida lo vediamo ancora una volta manifestarsi con delle benedizioni materiali per i suoi figli.La Bibbia che trasuda olio profumato e la mano di Dio che dona un raccolto abbondante ai suoi figli, rubini, topazi, diamanti che quando vengono analizzati risultano essere talmente puri da non potere esistere in natura.

1 Commento

Archiviato in cultura