Buthan: cristiano incarcerato per aver mostrato un film su Gesù

fonte notizia www.porteaperteitalia.org

Il Buthan è un paese per certi versi misterioso, poiché nasconde realtà antitetiche. Molto in voga tra le mete alternative del turismo, soprattutto per l’anima ecologista che pervade l’amministrazione di questo paese, il Buthan è una monarchia famosa anche per il concetto di Felicità Interna Lorda (evidente assonanza con il Prodotto Interno Lordo) promosso dal precedente imperatore negli anni ’70, col quale si teorizzava un approccio allo sviluppo economico basato sulla felicità dei propri cittadini. Ebbene in questa che vorrebbe presentarsi come un’oasi felice per chi ci vive, i cristiani subiscono discriminazioni e vessazioni di vario genere.
Oggi vi riportiamo il caso di un cristiano condannato a 3 anni di prigione per aver “tentato di promuovere disordini civili” con la visione di film cristiani (il Buthan è a maggioranza buddista e il buddismo anche è religione di Stato). Una corte locale a Gelephu ha quindi emesso questa sentenza a danno di Prem Singh Gurung, un quarantenne di etnia nepalese cittadino del distretto di Sarpang nel sud del Buthan. Il sig. Gurung era stato arrestato 4 mesi fa dopo che alcuni residenti si erano lamentati perché mostrava film cristiani nei villaggi di Gonggaon e Simkharkha. Questi villaggi sono davvero inaccessibili, sono privi di rete elettrica, perciò in privato e con l’aiuto di altre persone il sig. Gurung si era dotato di un generatore e di un proiettore. Una volta arrestato è stato anche accusato di violare la legge sul controllo dell’informazione e dei media in Buthan (questa legge di fatto serve a censurare e controllare le informazioni all’interno del paese).

In Buthan la maggioranza della popolazione è buddista; vi è una solida minoranza induista, soprattutto tra l’etnia nepalese (si parla del 22%) e si stima che vi siano circa 6.000 cristiani, non riconosciuti però dallo stato e costretti dunque a praticare la loro fede nelle loro case, senza avere la possibilità di ricorrere a istituzioni cristiane ufficialmente registrate perché non esistono. Vi è la tendenza tra i buddisti buthanesi a considerare il cristianesimo come una religione occidentale che disturba e aggredisce la cultura locale, attraverso un proselitismo ritenuto aggressivo.

http://bologna.annuncia.it/Annunci-gratuiti/3-Musica/Musicisti/54179/Carla-Rivi-e-Dj-Mr-Fox-musica-cristiana-live-e-gospel-house.html

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca dal mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...