Archivi categoria: cultura

NOTTE ROSA e Compleanno del MANAURA !!!!!!! a Riccione in Viale Dante il 5 e 6 LUGLIO 2013

NOTTE ROSA
e Compleanno del MANAURA !!!!!!! a Riccione in Viale Dante

il 5 e 6 LUGLIO festeggia con noi

Insieme a Mr.Fox, DJ
un “vecchio” amico…ritorna al Manaura
Mr.Fox, DJ bolognese comincia la sua carriera nel 1978 su Bologna e provincia nelle prime radio libere (Antenna Uno, Radio Tombo, Radio Tau, ecc. ), nelle discoteche Charlie, Snoopy, Taitù, Giostrà, per approdare ai locali storici “La Lumiera”, “Sotto le stelle del Messico”, ora è richiesto negli Happy Hours delle spiagge italiane…
ti aspettiamo al Manaura!!!!!!

Importante la sera del 5 Luglio sarò in compagnia della stupenda voce di Carla Rivi

Lascia un commento

Archiviato in cultura, musica, spettacolo

2012 in review Report Blog

Le statistiche di WordPress.com ci permettono di consultare un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

4,329 films were submitted to the 2012 Cannes Film Festival. This blog had 27.000 views in 2012. If each view were a film, this blog would power 6 Film Festivals

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Lascia un commento

Archiviato in bologna, cultura, musica, musica cristiana, spettacolo

Evoluzione? No Grazie – Mercoledì 9 Gennaio 2013 ore 21:00 a Modena Via Salvemini 21

Evoluzione? No Grazie mercoledì 9 Gennaio 2013

Evoluzione? No Grazie mercoledì 9 Gennaio 2013

Mercoledì 9 Gennaio 2013 alle ore 21:00 presso la Chiesa Cristiana Gesù Fonte di Acqua Viva di Modena
“EVOLUZIONE? NO GRAZIE” sei il benvenuto

info 338 6573191 info@gesutiama.com – www.gesutiama.com

Lascia un commento

Archiviato in cultura, modena

Carla Rivi – No More I Love’s You

Carla Rivi Live – No More I Love You’s – Registrato in occasione del 15° anno di attività Pizzeria “Al Mulino” di Bologna in Via Augusto Romagnoli il 5-11-2012

carla e fox

Lascia un commento

Archiviato in bologna, cultura, musica, spettacolo

Grande serata di Adorazione Predicazione Preghiera e Guarigione. Venerdì 21 settembre 2012 ore 21:00 a Bologna in Via Dell’Idraulico 13 Zona Roveri

Gustavo Castillo

quemamos con el fuego santo nos transformamos con la potencia del espíritu santo

Venerdì 21 settembre 2012 dalle ore 21.00 sarà con noi Gustavo Castillo a Bologna in Via dell’Idraulico 13 Zona Roveri direttamente dal fuoco del risveglio dell’Argentina.

Gustavo Castillo viene da 4 generazioni di predicatori ha lavorato x oltre 20 anni nella leadership della chiesa Rey de Reyes di Claudio Fraidzon la quale e’ stata visitata dal fuoco dello Spirito col risveglio, Gustavo ha anche lavorato negli ultimi anni nel ministero di Carlos Annacondia, Gustavo e’ ripieno del fuoco e brucia di passione nel vedere anime trasfomate e la potenza di DIo muoversi x questo viaggia attraveso tutto il mondo portando la potenza dello SPIRITO … ( x coloro che saranno presenti venite con una aspettativa grande e siate pronti ad una visitazione di Dio) Blessings in The Name Of Jesus

http://bologna.annuncia.it/3-Musica/Musicisti/Carla-Rivi-e-Dj-Mr-Fox-musica-cristiana-live-e-gospel-house-54179.html

Lascia un commento

Archiviato in appuntamenti di preghiera, bologna, cultura, guarigione, Gustavo Castillo, musica cristiana

Inaugurazione del Centro – Chiesa Cristiana Gesù Fonte d’Acqua Viva a Modena

Sabato 13 Ottobre 2012 Inaugurazione Del Nuovo Centro Chiesa Cristiana Gesù Fonte D’Acqua Viva – a Modena in Via G.Salvemini 21 41123 Modena Vi aspettiamo siete i benvenuti.

info:
info@gesutiama.com

www.gesutiama.com tel. 338.6573191

 

 

 

 

 

ImmagineImmagineImmagine

 

1 Commento

Archiviato in cultura, modena

Calciatori Cristiani – Rubinho portiere del Torino: «per vincere paro e prego»

Rubinho Portiere del Torino Atleta di Cristo


Fonte articolo http://www.evangelici.net

Rubinho, dopo aver parato il rigore a Sansovini, sabato, lei ha parlato al cielo…
«Certo. Ho ringraziato Dio per quel momento. Solo lui sa quanto ho sofferto negli ultimi mesi e dopo quella parata gli ho detto grazie».

Lei è molto religioso.
«Sì, sono cristiano-evangelico, sono un Atleta di Cristo».

Come Kaká, Cavani, Legrottaglie. E Felipe Melo: è suo amico?
«Per la verità non lo conosco. Le nostre mogli hanno in comune un’amica e so che stanno organizzando un incontro per vederci e scambiare quattro chiacchiere».

Felipe Melo sembra più brasiliano di lei.
«Lui è carioca, quindi più allegro, più espansivo. Io sono paulista, più riservato e riflessivo».

Siete gli opposti, insomma.
«In senso buono, detto con ri­spetto, in Brasile noi siamo quelli che lavorano di più, però Felipe mi sembra migliorato tantissimo dopo la sua esperienza in Europa. Da noi in Brasile si dice: se sei a Roma devi essere romano. E allora se sono a Torino mi devo adattare alla mentalità torinese, cer­cando di fare bene il mio lavo­ro e di avere sempre il giusto equilibrio nella vita privata».

Ci aiuti a capire la vostra confessione.
«Per noi Gesù è stato ed è il nostro unico salvatore. Noi non crediamo ai Santi e ai simboli della Chiesa cattolica, ma solo al [Nuovo e] Vecchio Testamento [la Bibbia, ndr]».

Quindi niente Messe?
«No, i nostri sono Culti. Ed è lì che è cambiata la mia vita».

Come?
«Io non conoscevo Gesù. L’ho incontrato un pomeriggio a casa di mio fratello, in uno dei periodi più delicati della mia esistenza».

Ci racconti, se le fa piacere.
«Io stavo per sposarmi con la ragazza che oggi è mia moglie, Karina, ma i miei genitori non presero tanto bene quella notizia. Vivevo ancora in casa, passai tre o quattro mesi in cui più di una volta rischiai di esplodere. In quel famoso pomeriggio andai a casa di Zé Elias, mio fratello, per vedere i nipotini e lì partecipai con Karina a una riunione, un Culto come diciamo [anche] in Brasile, per ringraziare Gesù. Mio fratello ci disse: aprite il vostro cuore e Gesù risolverà i vostri problemi».

E andò proprio così?
«Non subito, ovviamente. Ma nel giro di due mesi l’atteggiamento dei miei genitori cambiò. Oggi, quando chiamo casa, mia mamma sta cinque minuti al telefono con me, poi parla per un’ora con Karina e con nostro figlio Felipe. E mio padre, quando mi cerca, chiama sul telefono di mia moglie: tanto siamo sempre insieme, quando non lavoro».

Che differenza c’è tra Rubinho prima dell’incontro con Gesù e quello di oggi?
«Come il giorno e la notte, e il giorno è oggi. Prima ero nervoso, cattivello, se c’era mezza rissa subito ci entravo. Ascoltavo rock durissimo, la musica metallica. Non avete idea di quante settimane mi sono allenato con le giovanili, per punizione dopo una brutta entrata in allenamento. Oggi sono tranquillo, in macchina ascolto gli Hillsong United e le Christian band e prima delle partite prego perché nessuno si faccia male».

E come si pone al cospetto di chi bestemmia?
«Io non lo concepisco, ma devo sopportare. Non dico niente perché io non sono nessuno, e comunque a giudicare c’è chi è più grande di noi. Non è solo un problema del calcio, lo sento nella vita di tutti i giorni: e allora credo che anche le campagne contro la bestemmia, viste queste cattive abitudini, sarebbero inutili qui in Italia».

L’intervista completa è su Tuttosport

http://bologna.annuncia.it/Annunci-gratuiti/3-Musica/Musicisti/54179/Carla-Rivi-e-Dj-Mr-Fox-musica-cristiana-live-e-gospel-house.html

Lascia un commento

Archiviato in cultura, spettacolo

Maldive: in paradiso non vi è libertà di culto

Maldive Mare


fonte articolo http://www.porteaperteitalia.org

Assieme all’Arabia Saudita, le Maldive sono l’unica nazione che dichiara una popolazione al 100% musulmana. I quasi 350.000 abitanti delle oltre 1.190 isole coralline dell’arcipelago delle Maldive sono tutti sunniti. O almeno queste sono le stime dichiarate dal governo. Di fatto vi sono circa 70.000 lavoratori espatriati che dichiarano una religione diversa da quella musulmana (tra cui anche il cristianesimo). Inoltre circa 60.000 turisti l’anno, per lo più europei e con una grossa fetta di italiani, visita queste isole per godere del mare azzurro, delle spiagge da cartolina e del lussuoso relax che offrono le circa 45 isole trasformate in villaggi turistici. Di rado i turisti visitano le altre isole, dove invece vive la popolazione locale; tuttavia un contatto con la vera realtà locale (e non quella fittizia dei resort) si ha nella capitale Malé, l’isola dove effettivamente i turisti e i maldiviani possono incontrarsi.
Va detto che nel paese non esiste libertà di culto; nel 2008 un emendamento costituzionale ha negato ai non musulmani di poter ottenere la cittadinanza maldiviana. Dunque, mentre i maldiviani non hanno la libertà di convertirsi a un’altra religione (e quindi di allontanarsi dall’islam) o di diventare apertamente atei, gli stranieri possono praticare la loro fede solo privatamente. Negli anni molti cristiani emigrati, una volta tornati in patria, sono stati arrestati per aver partecipato a una riunione privata oppure si sono visti negare il visto di rimpatrio per mesi o addirittura anni, in quanto ritenuti “connessi con agenzie missionarie straniere”. Vi sono stime tuttavia che parlano di una presenza di cristiani locali, naturalmente costretti a vivere la loro fede nel segreto. La delazione da parte di vicini e conoscenti è sempre in agguato, perciò nessuno osa manifestare pubblicamente il benché minimo dubbio sull’islam.

A quanto pare, gli inglesi, che colonizzarono queste isole nel XIX secolo, tradussero la Bibbia in lingua locale (il Dhivehi) e la resero disponibile sino al 1965, anno di indipendenza della Repubblica delle Maldive. Oggi, nessuno sa come, quelle Bibbie sono misteriosamente “sparite”. In ogni caso secondo i governanti, il tema della libertà religiosa è insignificante, totalmente irrilevante, poiché – sempre secondo loro – nessun maldiviano desidera avere questa libertà.

La popolarità del nuovo presidente Nasheed è in forte calo, nonostante i riconoscimenti nell’ambito della protezione ambientale, di fatto sembra seguire le orme del suo predecessore, il dittatore Gayoom. Intanto la pressione dell’estremismo islamico si fa sentire, un male che può contaminare in breve tempo tutte le strutture del potere affondando le isole delle Maldive molto più in fretta del riscaldamento globale.

Non vi è dunque libertà di culto all’orizzonte per questo “paradiso terrestre”.

Lascia un commento

Archiviato in Cronaca dal mondo, cultura

Il filmato della riconciliazione – Dio desidera comunicare con noi

Prenditi un poco di tempo, ed osserva il filmato, non giudicarlo duro….. Dio vuole comunicare di nuovo con noi lascia aperta la porta del tuo cuore,c’è una buona notizia per te Dio sta cercando proprio te!!!!!!!

http://bologna.annuncia.it/Annunci-gratuiti/3-Musica/Musicisti/54179/Carla-Rivi-e-Dj-Mr-Fox-musica-cristiana-live-e-gospel-house.html

Lascia un commento

Archiviato in cultura

DIO ESISTE! Una simpatica storia di barbieri e Dio

Un uomo andò dal barbiere per tagliarsi i capelli e radersi la barba. Non appena il barbiere iniziò a lavorare, iniziarono a conversare. Parlarono di tante cose dei più vari argomenti. Quando alla fine arrivarono a parlare di Dio, il barbiere disse: “Io non credo che Dio esista”. “Che stai dicendo?”, chiese il cliente. “Si, dovresti solo andare fuori in strada per capire che Dio non esiste. Dimmi, se Dio esistesse, perchè ci dovrebbe essere così tanta gente ammalata? Perchè ci sarebbero così tanti bambini abbandonati? Se Dio fosse esistito, non ci dovrebbe essere nè sofferenza nè dolore. Non posso immaginare un Dio amoroso che permette tutte queste cose.” Il cliente pensò per un momento, ma non rispose perchè non voleva iniziare una discussione. Il barbiere finì il suo lavoro e il cliente lasciò il negozio. Non appena lasciò il negozio, vide un uomo nella strada con i capelli lunghi, sporchi e intrecciati e la barba lunga. Aveva un aspetto sporco e trasandato. Il cliente tornò indietro e entrò nel negozio del barbiere: “Sai cosa dovresti sapere? I barbieri non esistono”. “Come puoi dire questo?” chiese sorpreso il barbiere. “Io sono qui, e io sono un babiere. E ho appena lavorato per te!”. “No!” esclamò il cliete. I barbieri non esistono perchè se esistessero, non ci sarebbe gente con i capelli lunghi e sporchi e la barba non rasata, come l’uomo qui fuori”. “Ah, ma i barbieri esistono! Quello che accade è che la gente non viene da me.” “Esattamente!”, affermò il cliente. “Questo è il punto! Dio, anche esiste! Quello che accade è che la gente non va da Lui e non Lo cerca. Questo è il perchè c’è così tanto dolore e sofferenza nel mondo”.

http://bologna.annuncia.it/Annunci-gratuiti/3-Musica/Musicisti/54179/Carla-Rivi-e-Dj-Mr-Fox-musica-cristiana-live-e-gospel-house.html

Lascia un commento

Archiviato in cultura, spettacolo